Nome: Alessandro

Cognome: VINCENTI

Data di nascita: 30.10.1956

Luogo di nascita: Brindisi

Residenza/domicilio: Castelfranco Veneto (TV).

Segno zodiacale: Scorpione con ascendente Acquario.

 

Benvenuti nel mio Blog, sono un ex Sottufficiale dell'Aeronatica

Militare e da più di un anno (dal 31.12.2009) sono in pensione.

Questo mio blog nasce per il desiderio di comunicare con amici

e conoscenti vicini e lontani ed anche per stabilire nuovi contatti.

Come potete vedere ho messo molte sezioni e tra queste anche

una Sezione relativa ai download dove trovate di tutto ed in

particolare musica da scaricare.

 

Attività preferite: guardare film, guardare tv online, fotografia, calcio, ciclismo, internet.

 

I miei libri preferiti: Wilbur Smith, Giorgio Faletti.

 

La mia musica preferita: ascolto tutta la musica ma in particolare la musica jazz, blues e celtica. Complessi preferiti i Pink Floyd, Genesis, U2,

Simple Red, Robbie Williams, Beatles, Rolling Stones ed a livello italiano

tutta la musica (sia complessi che cantanti).

 

La mia citazione preferita:

"Riderò, soffrirò e piangerò, ma anche su di me calerà il sipario di questa commedia chiamata vita...recitate bene ragazzi, perche non ci saranno repliche".


Significato: protettore degli uomini;
Origine: greca;
Onomastico: 26 Agosto;
Corrispondenze: Segno Zodiacale dei Pesci;
Numero portafortuna: 3;
Colore: verde;
Pietra: smeraldo;
Metallo: oro.
Il nome greco è certamente di derivazione asiatica, forse frigia. E' diffuso in tutta Italia, mentre, nella forma abbreviata Lisandro, è un nome tipicamente toscano. Il più famoso personaggio dell'antichità portatore di questo nome è Alessandro Magno re di Macedonia, creatore, nel IV secolo a. C., di un impero che si estendeva dal l'Asia all'Egitto. Assunto nel mondo latino, ebbe grande diffusione nel Rinascimento, sostenuto anche dal culto di ben quaranta santi riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa. Tra questi si ricordano s. Alessandro, patrono di Bergamo, onorato come protettore dei carbonai; s. Alessandrina Segno Zodiacale della Vergine, martire in Gallia; s. Alessandro Nevskij, venerato dalla Chiesa ortodossa, granduca di tutta la Russia, che sconfisse gli Svedesi nel 1240 nella battaglia della Neva. Otto papi, tra cui Alessandro VI Borgia, famoso per le sue dissolutezza e per il suo nepotismo, tre re di Scozia, tre imperatori di Russia portarono questo nome. E' un nome, infatti, molto diffuso nell'Est europeo. Tra i personaggi famosi, lo scienziato Volta (1745-1827), gli scrittori Manzoni (1785-1873) e Dumas padre e figlio, il musicista del Settecento Scarlatti, il poeta e narratore russo dell'Ottocento Puskin. Assai diffusi sono i diminutivi Sandro e Sandrino, anche al femminile. L'onomastico si festeggia anche il 27 marzo, il 3 maggio e il 6 giugno. Temperamento da lottatore, una mente brillante, un ardente amore per l'avventura caratterizzano questo indomito sognatore di gloria e successo. Generosità, orgoglio, pazienza rendono imprevedibile questo bambino incantevole che diventerà un uomo irresistibile.

….. so che mi stai guardando da lassù e so che mi sei vicino..

Ma mi Manchi sai..?

Se sono triste a volte lo sono anche per te...

Perchè mi manchi...E magari..

Se fossi qui ancora qui con me sulla terra...

Mi regaleresti un sorriso..E un abbraccio forte come quello che sapevi darmi solo TU....!!

Ma in fondo....Vivi ancora dentro il mio cuore....

E ti sento vicino a me.. 

  ♥♥ TI VOGLIO BENE MIA CARA MAMMA ♥

 

 

In una splendida notte stellata,
illuminata da una una bellissima luna piena,
Dio ha steso la sua mano per guidarti nel suo paradiso,
lasciando a noi il ricordo e l'immagine di te per sempre.


Trova il tempo di pensare

Trova il tempo di pregare

Trova il tempo di ridere

È la fonte del potere

È il più grande potere sulla Terra

È la musica dell'anima.

Trova il tempo per giocare

Trova il tempo per amare ed essere amato

Trova il tempo di dare

È il segreto dell'eterna giovinezza

È il privilegio dato da Dio

La giornata è troppo corta per essere egoisti.

Trova il tempo di leggere

Trova il tempo di essere amico

Trova il tempo di lavorare

E' la fonte della saggezza

E' la strada della felicità

E' il prezzo del successo.

Trova il tempo di fare la carità

E' la chiave del Paradiso.

un bimbo tutti i giorni si recava in spiaggia...e scriveva sulla sabbia...MAMMA TI AMO....poi guardava il mare cancellare la scritta e correva via sorridendo.

Un vecchio triste passeggiava tutti i giorni su quella spiaggia e lo vedeva giorno dopo giorno scrivere quella frase e guardare felice il mare portagliela via.

Fra se e se pensava: questi bambini sono così stupidi così un giorno si decise ad avvicinare il bambino e gli chiese: ma che senso ha che tu scrivi...MAMMA TI AMO!!!!! sulla sabbia che poi il mare te la porta via.

Diglielo tu che le vuoi bene il bambino si alzò e guardando l'ennesima scritta cancellata dall'acqua disse: io non ce l'ho la mamma!!! me l'ha portata via DIO come fa il mare con le mie scritte.

Eppure torno qui ogni giorno a ricordare alla mamma e a DIO che non si può cancellare l'amore di un figlio per la propria madre il vecchio si inginocchiò e con le lacrime agli occhi scrisse: NORA TI AMO era il nome della moglie appena morta...poi prese per mano il bimbo...e assieme guardarono la scritta sparire....!!!!!

Lentamente muore
Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta
 musica, chi non trova grazia in se stesso. Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi nonfa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

E crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.

Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi.

La felicità non e' quella che affannosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente, non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari, la felicità non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.

Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose e impari che il profumo del caffè al mattino e' un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.

E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi, e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno, e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.

E impari che l'amore e' fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore, e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.

E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.

E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.

E impari che tenere in braccio un bimbo e' una deliziosa felicità. E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami.

E impari che c'e' felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.

E impari che nonostante le tue difese, nonostante il tuo volere o il tuo destino, in ogni gabbiano che vola c'e' nel cuore un piccolo-grande Jonathan Livingston.

E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.

BLOG CREATO NEL MESE DI NOVEMBRE DEL 2010.